MAHA MUDRA

MAHA MUDRA

Da Janu Shirsasana B, gamba destra mezzo loto con tallone sotto l’ano e gamba sinistra tesa avanti. Afferrare l’alluce sinistro con le dita di entrambe le mani. Mentre il tallone destro preme sul perineo, con il mento piegato si fa Jalandhara Bandha.
TECNICA

Si inala dalla narice sinistra, poi kumbaka e a seguire si espira attraverso la narice destra lentamente. Durante il Kumbaka portare la consapevolezza in sequenza tra muladhara, vishuddhi ed ajna chakra, e poi continuare il giro di concentrazione su questi chakra in fila come scritto prima fino a che non si sente la necessità di espirare. L’espirazione deve essere eseguita lentamente. Il numero dei cicli da eseguire dipende dai praticanti.
Poi cambiare gamba.

BENEFICI

Questa  posizione e questa respirazione distruggono tutte le angosce mentali e le malattie fisiche, debellerebbe malattie come la tubercolosi, la lebbra, la costipazione cronica. Porta il buon umore e migliora la digestione.
Non c’è un numero specifico di questi cicli, ma l’effetto benefico dipende da quanto tempo si riesce a mantenere il Kumbaka senza sforzo. Maha Mudra è comunque una tecnica che non solo prepara alla meditazione ma aumenta la concentrazione, stimola i chakra e migliora i disordini intestinali.

LIBRO

Questa tecnica è presa da “Yoga chudamani Upanishad”, uno dei testi minori delle Upanishad chiamato “il gioiello della corona dello Yoga”.

Pubblicherò nuovi video,  quindi iscriviti al mio canale Youtube “ashtanga  yoga Cristina” se vuoi ricevere una notifica ogni volta che pubblico un nuovo video.

E se non lo sei già, seguimi su Instagram “Ashtangayoga_cristina” e Facebook “scuola ashtanga yoga roma sud”.

E se hai qualche suggerimento per i video futuri, o consigli sulla tua pratica, mandami un messaggio 😀